Reolink ha trovato una buona nicchia con la sua prima Argus, una telecamera di sicurezza domestica veramente wireless con solo le caratteristiche essenziali. Ora alla sua terza versione, la fotocamera ha un nuovo look e alcune aggiunte intelligenti, tra cui un faretto integrato e una visione notturna a colori. Ancora meglio, Reolink ha introdotto questi nuovi colpi di scena senza confondere con il facile funzionamento della fotocamera e il semplice set di funzionalità.

Design

Con le sue dimensioni modulari, l’involucro bianco e la faccia nera, il Reolink 3 ridisegnato ricorda un Arlo Pro 3 più tozzo. Sulla parte anteriore sono presenti un LED di stato, un faretto da 230 lumen (qualcos’altro che condivide con Arlo Pro 3), sei LED a infrarossi per la visione notturna, una lente a lunghezza focale fissa con un campo visivo di 120 gradi, sensore di luce diurna, microfono e un sensore a infrarossi passivi (PIR) per il rilevamento del movimento. Sul retro sono presenti un LED di stato della batteria, una porta micro-USB e un altoparlante. Un interruttore di alimentazione, un pulsante di ripristino e uno slot microSD sono nascosti nella parte inferiore, sotto un cappuccio di gomma. Le caratteristiche che portano Arlo Pro 3 avanti includono una risoluzione più elevata (2K contro 1080p per l’Argus 3), un campo visivo più ampio (160 gradi contro 120 gradi per l’Argus 3) e uno zoom digitale più potente (12x contro 6x per l’Argus 3). Vale anche la pena notare, ovviamente, che Arlo Pro 3 deve essere acquistato in una confezione da due con una stazione base per $ 500 e che un Arlo Pro 3 acquistato singolarmente come componente aggiuntivo costa $ 200.

Reolink ha ripensato gli alimentatori ad ogni iterazione dell’Argus. La fotocamera originale utilizzava batterie CR123A usa e getta. Questi sono stati migliorati nell’Argus 2 con una batteria al litio da 63V rimovibile e ricaricabile. Come parte del restyling dell’Argus 3, la batteria è stata integrata. Ciò significa che l’intera videocamera deve essere rimossa dal suo supporto e collegata a una presa quando la batteria si scarica. Se sembra troppo complicato, e lo sarà, puoi collegarlo a un pannello solare Reolink economico ($ 25) per mantenere la batteria costantemente carica.

Questa recensione fa parte della copertura di TechHive delle migliori telecamere di sicurezza domestiche , dove troverai recensioni di prodotti concorrenti, oltre a una guida per l’acquirente alle funzionalità che dovresti considerare quando fai acquisti.

Un’altra aggiunta è il supporto per gli abbonamenti di archiviazione cloud di Reolink, che erano disponibili per altre fotocamere Reolink, tra cui Reolink Go ed E1 Pro, ma non per la serie Argus. Il piano Basic gratuito offre uno GB di spazio di archiviazione con una cronologia di sette giorni per una singola videocamera. Se acquisti più fotocamere o desideri semplicemente più tempo per visualizzare i video clip salvati, dovrai aprire il portafoglio.

Il piano Standard include 30 GB di spazio di archiviazione su cloud e una cronologia video su cloud di 30 giorni per un massimo di cinque telecamere per $ 3,50 al mese o $ 35 all’anno. Il piano Premier aumenta lo spazio di archiviazione a 80 GB e il numero di telecamere supportate a 10 per $ sette al mese o $ 69 all’anno. Reolink offre anche un piano aziendale per un massimo di 20 telecamere che offre un totale di 150 GB di spazio di archiviazione e una cronologia video cloud di 60 giorni per $ 10,50 al mese o $ 104 all’anno.

L’Argus 3 offre ancora un’opzione di archiviazione locale anche tramite scheda microSD. Può supportare schede fino a 64 GB, anche se per qualsiasi motivo si consigliano schede da 8 GB o 16 GB.

Configurazione e prestazioni

Una cosa che non è cambiata, per fortuna, è la facile configurazione di Argus. Dopo aver scaricato l’app Reolink, è sufficiente scansionare il codice QR della fotocamera e accedere alla rete wireless (è presente un adattatore Wi-Fi 802.11n a bordo e sono supportate solo reti a 2,4 GHz). Un messaggio vocale conferma ogni passaggio lungo il percorso.

L’Argus 3 è pensato per essere utilizzato all’aperto. Ha un grado di protezione IP65 per la protezione dagli elementi (puoi leggere tutto sui codici IP in questa storia) e Reolink fornisce un paio di diverse opzioni per il montaggio. Il primo è un supporto magnetico che rende un po ‘più facile la rimozione della fotocamera per la ricarica. Questo, ovviamente, rende più facile per chiunque rimuoverlo, il che mette a rischio qualsiasi prova video catturata. La seconda opzione è un supporto di sicurezza che in realtà si avvita e si blocca sul retro della telecamera. È più a prova di furto, ma meno conveniente per la ricarica regolare (un altro motivo per ritirare anche quel pannello solare).

In entrambi i casi, dovrai avvitare il supporto su un muro esterno o una recinzione. Vengono forniti viti, ancoraggi e modelli di montaggio, ma è necessario fornire i propri strumenti. Una cinghia ad anello è inclusa anche come mezzo per fissare la fotocamera a un albero.

L’app Reolink ti offre un controllo intuitivo della fotocamera. Direttamente sotto il feed live c’è una barra degli strumenti con i pulsanti per mettere in pausa lo streaming, disattivare l’altoparlante, registrare video o acquisire uno screenshot del feed, cambiare la risoluzione e accedere alla visualizzazione a schermo intero. Nella parte inferiore dello schermo ci sono i pulsanti per l’attivazione del microfono e l’apertura di una libreria di video clip attivati ​​da eventi. Se hai più di una fotocamera Reolink, troverai i pulsanti sopra il feed che abilitano la modalità schermo diviso. È possibile visualizzare fino a quattro feed della telecamera contemporaneamente. Ci sono anche pulsanti qui che attiveranno una sirena a bordo e accenderanno i riflettori della telecamera.

La fotocamera offre un’immagine molto nitida con colori accurati. Le aree con una luce solare intensa tendevano a essere sbiadite, tuttavia, rendendo difficile distinguere i dettagli lì. Questi potrebbero essere potenziali punti ciechi nel video di un’irruzione o di un altro crimine. La visione notturna può funzionare a colori o in bianco e nero. Entrambe le modalità hanno una portata di circa 33 piedi, che era sufficiente per illuminare il mio cortile o vialetto, ma il colore è preferibile in quanto fornisce più dettagli forensi. Sono stato sorpreso di scoprire che i colori in modalità di visione notturna erano vibranti quanto lo erano in modalità diurna; in genere, sono un po ‘più noiosi.

Il rilevamento del movimento PIR registra il calore corporeo, quindi generalmente non può essere ingannato da un ramo di un albero che ondeggia nel vento o da un’auto che passa. Può, tuttavia, essere attivato dagli animali, quindi a seconda della popolazione di creature intorno alla tua casa, potresti dover eseguire alcune calibrazioni per assicurarti di non essere avvisato di ogni scoiattolo che corre attraverso la tua recinzione.

L’app offre alcuni modi per affrontare questo problema. Il modo più semplice è abbassare la sensibilità di rilevamento. Puoi anche impostare una pianificazione per quando il rilevamento è abilitato e disabilitato e Reolink ti consente di personalizzarlo su base oraria. Infine, l’app include un interruttore etichettato semplicemente “riduce i falsi allarmi” che puoi attivare se ne ricevi troppi.

Puoi accoppiare la fotocamera con Amazon Alexa o Google Assistant per controllarla utilizzando i comandi vocali e visualizzarne il feed su uno smart display. Quando il mio telefono non era a portata di mano, potevo fare il check-in con il mio Echo Show semplicemente dicendo “Alexa, mostra ‘Yard'”.

Verdetto

L’Argus 3 rappresenta un miglioramento rispetto all’Argus 2 quanto quella fotocamera rispetto al suo predecessore. Fondamentalmente, è ancora una telecamera di sicurezza per le persone che desiderano semplicità e praticità. Potrebbe non connettersi con tutti i più recenti dispositivi domestici intelligenti o identificare ogni membro della tua famiglia, ma questa è un’ottima fotocamera per monitorare le consegne di pacchi, controllare i visitatori e in generale tenere d’occhio la fattoria quando sei lontano. Direi che è tutto ciò di cui la maggior parte di noi ha bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
12 ⁄ 3 =